NEUROPSICOLOGIA POSITIVA

Cosa significa

Servizi di neuropsicologia a Brescia

Valutazione diagnostica neuropsicologica

Riabilitazione delle funzioni cognitive compromesse per deficit acquisiti

Potenziamento delle abilità cognitive nell’anziano sano

Supporto a familiari di persone con demenza, tramite la progettazione di strategie pratiche e il sostegno psicologico

Cosa significa lavorare secondo Neuropsicologia Positiva

La Neuropsicologia è la disciplina delle Neuroscienze che si propone di studiare la correlazione fra meccanismi anatomo-fisiologici e processi cognitivi-comportamentali-emotivi. Gli strumenti neuropsicologici consentono la valutazione, la riabilitazione, e il potenziamento delle funzioni cognitive. Si applica alle difficoltà sia congenite che acquisite come ad esempio quelle dovute a patologie degenerative (ad es, demenze) o traumatiche (ad es, ictus o trauma cranico).

La (Neuro)psicologia positiva è un approccio che evolve dalla psicologia positiva, volto alla promozione della salute mentale e cognitiva, che si focalizza sul benessere mentale in senso ampio. Opera:

  • in contesti di difficoltà, fornendo le strategie per coltivare le proprie risorse e sviluppare la propria capacità di resilienza;
  • in assenza di sofferenza o patologie conclamate, focalizzandosi sugli aspetti di crescita personale, empowermentanti-aging e lifelong wellness, e miglioramento di sé.

I benefici della psicologia positiva, definita come “La scienza e la pratica di promuovere il benessere” (Lomas, Hefferon & Ivtzan, 2014) sono noti da tempo (Park et al, 2016), così come le sue applicazioni in numerosi contesti di vita (Linley et al, 2012). La Neuropsicologia positiva è ancora un campo nuovo e innovativo: la letteratura, molto recente, concorda nel definirne l’utilità e le interessanti possibilità applicative (Kapur et al, 2013; Pimental, 2017; Pimental, O’Hara & Jandak, 2018; Randolph, 2018). Tutto questo si traduce in un semplice presupposto alla base della mia pratica quotidiana: indipendentemente dalla gravità della propria situazione, ognuno può perseguire benessere e salute cognitiva, affettiva e mentale, secondo le proprie risorse, inclinazioni e possibilità. C’è sempre qualcosa che può essere fatto per migliorare la propria vita, nel rispetto dei criteri di onestà professionale, etica, e scientifica.

Sei stato vittima di un accidente neurologico? L’obiettivo di un buon lavoro è non solo il recupero di tutto ciò che è consentito nell’ambito della prognosi della difficoltà, ma anche e soprattutto il potenziamento delle risorse residue al fine di sviluppare capacità compensatorie o alternative. “Positiva” non significa irrealistica, infondatamente ottimistica, né irrispettosa delle tue difficoltà; significa lavorare focalizzandosi su quello che hai anziché su quello che non hai più, per permetterti, al di là di uno sterile punteggio testistico, di condurre una vita il più possibile autonoma e soddisfacente all’interno del tuo ambiente.

Sei una persona sana, adulta o anziana, convinta che il proprio benessere non passi soltanto dalla salute fisica, ma anche da quella cognitiva? Sappi che il mantenimento del benessere e delle capacità cognitive è una frontiera ad oggi fondamentale per lavorare in ottica preventiva e di empowerment personale, e si può applicare quindi a soggetti sani, adulti e anziani, per garantire un invecchiamento “smart” nel nome di un benessere globale della persona.

Prenota un appuntamento

Contattami se vuoi saperne di più sui miei servizi psicologici. Ricevo a Brescia